La conquista dello spazio (1955)

Nel 1980 un gruppo di scienziati, militari e volontari si prepara a partire da una stazione spaziale per intraprendere il primo volo sulla Luna. Quando tutto è pronto, per ordine dalla Terra, l’astronave cambia rotta e si dirige verso Marte. Merrit, il comandante della spedizione che viaggia insieme con il figlio Barnie, è personalmente contrario alla spedizione, convinto che l’uomo non debba valicare confini che Dio gli ha prescritto. Il viaggio è funestato da alcuni incidenti – malfunzionamenti meccanici e il rischio di una collisione con dei meteoriti -, ma alla fine gli astronauti raggiungono il Pianeta Rosso. A quel punto altri incidenti cominciano a verificarsi: Merrit, completamente fuori di sé, tenta di fare esplodere la navicella e durante una colluttazione con il figlio muore per un colpo sparato accidentalmente. Il corpo del comandante viene sepolto e l’equipaggio comincia a studiare la natura del pianeta da colonizzare in attesa di ritornare sulla Terra.